COOBER PEDY, LA CITTA’ SOTTERRANEA

16 November, 2015 - Redacción

evidenza
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Sembrano bunker ma in realtà si tratta di case. A Coober Pedy, una città nel sud dell’Australia, la gente vive sotto terra. E sembra che la cosa non dispiaccia troppo agli abitanti che sono circa 2000, molti dei quali aborigeni o immigrati. La ragione di questa particolare organizzazione urbanistica deriva dal calore. La temperatura a questa latitudine può arrivare a 50 gradi all’ombra. Quindi la gente del luogo ha dovuto trovare un sistema fuori dal normale per sopravvivere, utilizzando costruzioni chiamate ‘dogouts’.

 

iStock_000042693798_Medium-750x393

 

Quasi tutti gli abitanti sono minatori. Qui si trova uno dei più grandi giacimenti di opale al mondo e per questo la zona ha attirato, negli anni, diverse persone, tra cui molti stranieri (soprattutto slavi). Sono stati i primi a decidere di vivere sotto terra, approfittando dei tunnel minerari scavati nel giacimento.

 

iStock_000049284498_Medium-750x393

 

Oggi a Coober Pedy convivono oltre 45 nazionalità diverse. Questo paese, fondato circa un secolo fa, è organizzato secondo una rete di tunnel sotterranei che conducono alle abitazioni, stile formicaio.

 

iStock_000027629594_Medium-750x393

 

Alcune case si trovano a 7 metri di profondità. Nonostante ciò, godono di tutte le comodità: sono ampie e spaziose anche se la luminosità non è il loro punto forte. Cucina e Bagno sono dotati di un sistema di ventilazione semplice. Il sistema fognario, invece, è più complesso.

 

iStock_000049283940_Medium-750x393

 

Questa città di minatori si è da poco trasformata in destinazione turistica molto nota. Coober Pedy ha ora musei, negozi e anche un hotel. E’ il Desert Cave Hotel, dotato di palestra, sauna, ristorante italiano, enoteca, negozio di souvenirs, laboratorio di monili in opale.

 

iStock_000066077473_Medium-750x393

 

I serbi furono i pionieri che costruirono la prima Chiesa Serba sotterranea con pareti di terra compatta. Sarebbe stata la prima di diversi templi sotterranei dedicati alle differenti religioni praticate dai minatori.

 

iStock_000065717583_Medium-750x393

 

Un dettaglio curioso: c’è anche un campo da golf che si utilizza solo di notte per evitare il calore. Coober Pedy è anche stata scenario di molti film, tra i quali Mad Max, con Mel Gibson e Tina Turner.

 

iStock_000051937524_Medium-750x393

Iscriviti a Turista Curioso!

Vuoi ricevere le migliori offerte?

Registrati per ricevere la nostra Newsletter