SUBACQUEI… SI NASCE! (PARTE DODICESIMA)

10 June, 2016 - Redacción

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Dopo il fatidico “ perché ” del gruppo, Luciano, con le lacrime negli occhi, ci spiegò in poche parole che la sua decisione di “abbandonare” era dovuta al fatto che non si sentiva sicuro e che non lo sarebbe mai stato in quanto in alcuni momenti degli esercizi, la paura lo rendeva vulnerabile e poco affidabile e un domani l’idea di insegnare e portare dei futuri allievi in acqua lo spaventava, e intelligentemente, con sofferenza aveva preso questa decisione. il gruppo ormai senza parole, cercava di comprenderne le motivazioni e di capire…personalmente, feci questa riflessione; quando un campanello suona e non riesci a capirne l’entità del suono, devi fermarti e comprendere da dove arriva e perché, a Luciano era scattato qualcosa, a molti subacquei accade, si percepisce un “sintomo” non facile da descrivere, figuriamoci scriverlo e di questo strano “sintomo” forse…un giorno ve ne parlerò.

Terminata definitivamente la birra, ci salutammo con un …”a venerdì” quel breve saluto, pieno di domande e di perché, inespressi mi accompagnarono sino a casa.

IMG_0250

Velocemente trascorsero i giorni della settimana e il venerdì arrivò, il gruppo in anticipo come sempre, e non nego che la speranza di vedere Luciano era tanta, ma Luciano quella sera in piscina non venne, ci avvicinò l’istruttore e parlando al gruppo ci riferì dell’incontro avuto con Luciano, il quale gli aveva spiegato le motivazioni del suo ritiro e quindi con ferma convinzione non avrebbe più fatto parte della squadra, gli sguardi di tutti noi si incrociarono, come per voler cercare ancora una volta una disperata risposta… disse l’istruttore, vi aspetta la prova della settimana scorsa, quella che non avete superato, quindi siate concentrati. Non eravamo più a coppie o almeno, io ero rimasto senza compagno e quindi uno del gruppo a turno mi avrebbe fatto da assistente in vasca mentre avrei eseguito l’esercizio.

subacquea_e_snorkeling

Quella sera, la concentrazione era tanta e i visi erano “duri” e i sorrisi forzati di cortesia si capivano al punto tale da farci muovere come delle macchine, ma l’esercizio non aspettava e quindi venne affrontato da “tutti” e portato a termine con successo con in complimenti del nostro tutor…il quale aveva capito i nostri stati d’animo e con una battuta scherzosa ci disse che il peggio degli esercizi era passato e che d’ora in poi, avremmo cominciato a divertirci…salutandoci ci strizzo l’occhio e disse a Venerdì.

Nonostante la brillante prova del gruppo, qualcosa ci mancava e non era solo la presenza di Luciano, era un momento di raccoglimento interiore e di ricerca in se stessi…a mio avviso, le parole di Luciano…

alla prossima puntata…

Per sapere di più su questo meraviglioso mondo:
FB: https://www.facebook.com/scubasub360/

Sito: www.scuba360.it

Torna all’inizio!

Vuoi ricevere le migliori offerte?

Registrati per ricevere la nostra Newsletter

Vuoi ricevere la nostra Newsletter?