10 consigli di sopravvivenza per affrontare il cammino di Santiago

14 July, 2015 - Redazione

evidenza
Ti è piaciuto il nostro articolo?
10 consigli di sopravvivenza per affrontare il cammino di Santiago

Il Cammino di Santiago è un’esperienza unica e indimenticabile che richiede disciplina, un grande sforzo fisico e una grande forza mentale per superare i momenti più complicati. Si, la ricompensa per un tale sforzo e sacrificio alla fine arriva e ti accompagna durante tutta la vita. Noi di Turista Curioso abbiamo deciso di regalarti 10 consigli affinché le tue fatiche durante il cammino siano sopportabili.

 

1.Nello zaino, solo l’indispensabile

Non è un viaggio in cui sei libero di portarti dietro proprio tutto. Devi portare unicamente il necessario perché, a differenza degli altri viaggi, ti porterai sempre dietro il tuo bagaglio. Ricorda che puoi anche richiedere un servizio di trasporto per i tuoi beni, recuperandoli ad ogni tappa.

 

mochila

 

 

2.Che non ti manchi mai l’acqua

Se c’è un elemento che non può mancare nel tuo zaino è proprio l’acqua.

 

agua

 

 

3.Alimenti energetici a portata di mano

Lascia spazio per alimenti che, oltre a pesare poco, ti aiutino a digerire meglio la lunga giornata. I frutti secchi sono idonei perché apportano un alto valore energetico, così come le barrette di cereali. E’ anche importante portare con sé prodotti a base di glucosio. Non preoccuparti per la linea perché tanto brucerai tutto.

 

alimentacion

 

 

4.Protezione solare

È estremamente importante che tu ti prenda cura della tua pelle e la protegga dai raggi solari dovunque ti trovi e non solamente in spiaggia. Se partecipi al Cammino di Santiago nei mesi estivi, porta con te una protezione solare e utilizzala per evitare scottature lungo il percorso.

 

crema

 

 

5.Non viaggiare di notte

Organizza le tue tappe e la tua giornata in modo che tu non debba viaggiare la notte per raggiungere il luogo dove ti riposerai. E’ meglio alzarsi presto e completare il tragitto con la luce del sole piuttosto che andare piano durante il giorno e dover viaggiare anche la notte. Se per qualche motivo sei obbligato a spostarti durante la sera, utilizza abbigliamento catarifrangente affinché gli automobilisti ti vedano.

 

noche1

 

 

6.Riposati più volte

Il riposo è fondamentale sia la notte, dopo una dura giornata per ricaricare le pile per la tappa successiva, sia durante il giorno, facendo soste programmate. Non sei in Formula 1 dove le soste ai box sono centellinate. Oltre a fermarti per mangiare o per andare in bagno, premiati con soste brevi per riposarti anche mentalmente e perché la giornata non sia troppo pesante.

 

senal

 

 

7.Mini pronto soccorso

Non portarti dietro l’intera cassetta del pronto soccorso ma tieni con te analgesici, antinfiammatori, gel disinfettante e cerotti per le abrasioni o le ferite.

 

botiquin

 

 

8.Cellulare carico

Anche se il Cammino di Santiago invita alla tranquillità e alla riflessione interiore, è importante portare con te il cellulare e tenerlo carico. Ti sarà utile per orientarti e trovare informazioni utili e potrai usarlo in caso di bisogno.

 

movil

 

 

9.Cura i tuoi piedi

Tutto il corpo noterà la stanchezza ma saranno i tuoi piedi a patire di più. Curali più che puoi se decidi di fare il percorso a piedi perché sono loro che ti porteranno fino alla fine del Cammino di Santiago. Oltre a scegliere calzature adeguate, utilizzando calze assorbenti, fatti un massaggio a fine giornata. I tuoi piedi ti ringrazieranno.

 

masaje1

 

 

10.Preparati in anticipo

Molte volte si preparano con cura itinerari e tappe del Cammino di Santiago dimenticando che dobbiamo preparare anche noi stessi. Se la prima parte è importante, lo è anche la seconda. Il successo del nostro pellegrinaggio dipende soprattutto dalla preparazione fisica e mentale, dato il grande sforzo che ci aspetta.

 

bosque

Iscriviti a Turista Curioso!

Vuoi ricevere le migliori offerte?

Registrati per ricevere la nostra Newsletter