10 edifici emblematici che non vedremo più

15 September, 2015 - Redazione

evi
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Anche se non allo stesso modo, i seguenti edifici erano, un tempo, luoghi simbolici delle rispettive città. Diciamo ‘erano’ e non ‘sono’ (almeno non nella stessa maniera di prima) perché la guerra, l’evoluzione sociale, il terrorismo o gli incendi li hanno cancellati per sempre.

 

TORRI GEMELLE (NEW YORK): i brutali attentati dell’11 settembre 2001 a New York hanno provocato la morte di circa 3000 persone. E’ stata la peggior conseguenza di uno degli attacchi terroristici compiuti fino ad oggi e non solo ha cambiato la fisionomia della città ma anche il mondo è cambiato dopo quel fatidico giorno. Il nuovo One World Trade Center si leva sul ricordo incancellabile delle due torri scomparse per sempre dallo skyline newyorkese.

 

World-Trade-Center

 

 

 MURO DI BERLINO (GERMANIA): il muro della vergogna ha diviso per diversi decenni il popolo tedesco. La storica caduta del muro, nel 1989, favorì il ricongiungimento di famigliari e amici separati ingiustamente per molti anni e fu l’inizio di una nuova Germania.

 

muro

 

 

TORRE DI WINDSOR (MADRID): sono passati 10 anni dallo spettacolare (e misterioso) incendio che ha raso al suolo questo grattacielo madrileno che superava i 100 metri di altezza ed ospitava il cuore finanziario della città.

 

windsor

 

 

CRYSTAL PALACE (LONDRA): un’altra costruzione divorata dalle fiamme. Il sontuoso edificio, costruito nel 1851 per ospitare la Grande Esposizione di Londra, era un simbolo di modernità finché un incendio, nel 1936, non lo rase completamente al suolo.

 

Crystal-palace-OK

 

 

COLONNA DI NELSON (DUBLINO): un ordigno esplosivo, collocato dall’IRA nel 1966, distrusse questa colonna di granito eretta in onore dell’ammiraglio Nelson. The Spire of Dublin, considerata la scultura più alta del mondo, ne occupa ora il posto.

 

nelsons-pillar

 

 

TORRE MALWAYA (MOSCHEA DI SAMARRA, IRAQ): il minareto di Malwaya, della moschea di Samarra, fu bombardato dai ribelli durante la guerra del golfo nel 2005, dopo che le truppe americane lo avevano utilizzato come torre di avvistamento.

 

mezquita2

MOSCHEA KHALED IBN WALID (HOMS, SIRIA): questa moschea siriana, una delle più significative dell’impero ottomano, fu vittima dei bombardamenti di Homs. Il suo mausoleo fu distrutto e buona parte dei suoi interni furono dati alle fiamme.

 

mezquita-homs-OK

 

 

 PALMIRA (SIRIA): l’Unesco fece un appello affinché, oltre alla protezione dei civili, fosse salvaguardato anche il patrimonio culturale ed artistico siriano. Ma non fu sufficiente per salvare Palmira.

 

Palmyra-OK

 

 

 NECROPOLI DI CIRENE (Libia): le rovine di Cirene furono dichiarate Patrimonio dell’Umanità nel 1987 ma questo non ha impedito ad un gruppo di agricoltori di distruggere, nel 2013, parte della necropoli, per costruire case e negozi.

 

cyrenne-OK

 

 

PENNSYLVANIA STATION (New York): l’attuale e trafficatissima Penn Station non è colossale come la antica stazione, aperta nel 1910 ed abbattuta nel 1963 dopo la vendita del terreno per ridurre la milionaria perdita della compagnia ferroviaria. Cosa c’è ora al posto dell’antica stazione? Niente poco di meno che un altro mitico edificio: il Madison Square Garden.

 

penn-station-2

Iscriviti a Turista Curioso!

Vuoi ricevere le migliori offerte?

Registrati per ricevere la nostra Newsletter

Vuoi ricevere la nostra Newsletter?