Cambiamenti climatici, quali saranno le conseguenze del riscaldamento globale

8 gennaio 2019 - Redazione

Ti è piaciuto il nostro articolo?
Cambiamenti climatici, quali saranno le conseguenze del riscaldamento globale

Previste conseguenze significative a causa dei cambiamenti climatici: è quanto afferma il nuovo rapporto IPCC che auspica un urgente ed immediato cambiamento delle politiche relative all’ambiente. Un monito da prendere molto seriamente. La relazione diffusa dalla Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) rettifica le valutazioni dei danni e dei costi che l’aumento di 1,5°C provocherebbe a livello globale.

Oggi il pianeta è vittima di sconvolgimenti che sono sotto gli occhi di tutti: dalle inondazioni agli incendi passando per la siccità, le tempeste e le ondate di calore e tutto ciò è riconducibile all’aumento di 1°C che si è verificato negli ultimi dieci anni. Una situazione questa, che è destinata a patire una recrudescenza quando si manifesterà un aumento di 1,5°C come indica la specifica analisi “Special Report on Global Warming of 1.5°” che ha condensato ben seimila studi sull’argomento. Secondo l’IPCC questo aumento avverrà in soli 11 anni (certamente entro 20) laddove le politiche mondiali non prendessero sul serio correttivi per abbattere le emissioni di anidride carbonica.

Le conseguenze dell’immobilità politica

La gente non si rende conto di quanto possa influire l’aumento della temperatura anche dello 0,5°C. Le analisi portate avanti dal Global Centre for Environment and Energy confermano il fatto che i cambiamenti climatici muteranno, oltre agli ecosistemi, anche le condizioni di intere popolazioni.

cambiamenti climatici

I danni su larga scala ipotizzati, saranno così sconvolgenti da includere infrastrutture e sistemi sociali a causa di dinamiche migratorie inevitabili. Anche se l’Accordo di Parigi del 2015 sottoscritto da 195 Paesi del mondo USA inclusi, ha come obiettivo il mantenimento delle temperature sotto ai 2°C, la defezione degli Stati Uniti voluta da Trump, vede una destabilizzazione che provocherà gravi conseguenze.

Il report IPCC oltre a valutare i cambiamenti climatici, offre dei suggerimenti quanto meno per stabilizzare all’1,5°C il riscaldamento globale. Ma per arrivare al target, occorre eliminare almeno della metà l’uso dei combustibili fossili entro 15 anni per eliminarli totalmente entro successivi 15.

cambiamenti climatici

Correttivi

La teoria dei correttivi vedrà una rivoluzione negli usi ed abitudini di tutti noi dal momento che sarà bandito l’uso del gas, del petrolio e del carbone. Solo energia green anche per l’industria e le imprese che dovranno trasformare il modo con cui alimentare la produzione. Questo cambio epocale deve essere implementato dalla conversione di territorio (tra uno e sette milioni di chilometri quadrati) destinato a produrre bioenergia.

Nonostante questo sforzo ancora non si raggiungerà l’obiettivo, si evince dal report, perché la CO2 sparsa nell’aria negli ultimi cento anni resterà prigioniera dell’atmosfera ancora per migliaia di anni. Un correttivo auspicato è quello di catturare la CO2 grazie a nuove foreste da impiantare e che si riveleranno preziose per bloccare l’aumento della temperatura globale a 1,5°C.

100317-turista

0 Comments

Lascia un commento

Vuoi ricevere le migliori offerte?

Registrati per ricevere la nostra Newsletter