Cibo di strada da gustare, al Positano Street Food

13 aprile 2018 - Redazione

Cibo di strada da gustare, al Positano Street Food
Ti è piaciuto il nostro articolo?
Cibo di strada da gustare, al Positano Street Food
Uno dei vanti della Campania è la sua cucina, perfetto connubio tra mare e terra: il Positano Street Food, evento che si terrà ad aprile nella splendida cornice della costiera amalfitana, è l’occasione giusta per gustarla.

Lo street-food di Positano

Cibo di strada da gustare, al Positano Street Food

Positano è una delle perle della penisola sorrentina, in Campania, tra Capo Sottile e Punta Germano: il borgo vi si presenterà abbarbicato su un fianco dei Monti Lattari, con case bianche che sorgono tra agrumeti e macchia mediterranea su vari terrazzamenti.
E’ qui che il 14 aprile 2018 si svolgerà il Positano Street-Food, organizzato minuziosamente dalla pro-loco: le numerose realtà gastronomiche del luogo propongono ai cittadini e ai visitatori le tipiche leccornie della costiera amalfitana servite in versione street-food.

Avrete, quindi, la possibilità di assaggiare pesce cucinato in molti modi diversi come le prelibate fritture miste o dolcetti tipici quali le sfogliatelle e le squisite delizie al limone, orgoglio di tutta la penisola sorrentina.

La sera, dopo aver allietato il vostro palato, potrete rilassarvi con spettacoli di danza, musica ed artisti di strada che, con le loro esibizioni live, vi faranno apprezzare ancora di più lo sfondo delle suggestive luci del borgo. Per concludere la serata in bellezza, non fatevi mancare una passeggiata sulle scenografiche spiagge di Marina Grande e del Fornillo.

La bellezza di Positano

Cibo di strada da gustare, al Positano Street Food

Arrivare a Positano per il Positano Street Food consente di scoprire anche il borgo, che la leggenda racconta sia stato fondato per l’amata Pasitea dal dio Poseidone. Molti sono stati ammaliati dalla bellezza del luogo, a partire dai Romani che qui sceglievano di passare le vacanze come dimostrano le domus ritrovate sotto la chiesa di Positano oppure sull’Isolotto di Gallo lungo parte dell’arcipelago Li Galli. Pensate che secondo Omero sull’altra isola dell’arcipelago, il Castelluccio, vi erano le sirene che con il loro canto stregarono Ulisse.
Passeggiando per le vie di Positano, tra botteghe di artigiani con i loro manufatti in lino, ricami e i famosi sandali in cuoio, giungerete davanti alla chiesa di S.Maria Assunta, che con la sua cupola in maioliche verdi e gialle caratterizza il panorama del paese.

Cibo di strada da gustare, al Positano Street Food

All’interno si trova il quadro della Madonna Nera col Bambino, portato qui dai monaci benedettini nel XVIII: la leggenda racconta che la nave che trasportava il quadro fu sorpresa da una bonaccia ma una voce sussurrò ai marinai “posa, posa” cioè fermatevi in quel tratto di costa dove oggi sorge Positano. Allora il quadro fu posato nella Chiesetta di S.Vito ma il giorno dopo fu ritrovato su un albero e proprio li fu eretta l’attuale chiesa.

100317-turista

Vuoi ricevere le migliori offerte?

Registrati per ricevere la nostra Newsletter