Cultura e sapori del Libano: alla scoperta delle 5 destinazioni top

13 marzo 2018 - Redazione

Ti è piaciuto il nostro articolo?
Cultura e sapori del Libano: alla scoperta delle 5 destinazioni top

Parlare di cultura e sapori del Libano significa approcciare un mondo dalla triplice identità: infatti il folklore locale è contaminato da influenze francofone e da una preponderante presenza americana. Sin dal Medioevo il Libano è stato il fulcro della cultura in area medio orientale più tollerante e aperta. Tutte le città del paese si affacciano sulle coste del Mediterraneo ed hanno una bellezza che le caratterizza. Il Libano è ricco di siti archeologici e tracce degli eventi del passato che hanno visto questo territorio protagonista di Crociate e migrazioni. Un vero e proprio mosaico di cultura e spiritualità.

BAALBEK: L’ARCHEOLOGIA E LA SPIRITUALITA LOCALE

È il sito archeologico più importante del paese dei cedri. Si tratta di un impressionante santuario in rovina costruito in onore del dio Soleil Baal, a est della capitale e vicino alla Siria. Il sito è molto ben conservato e presenta diverse strutture, con un tempio principale dalle dimensioni imponenti.

BEIRUT: CULTURA E SAPORI DEL LIBANO A PORTATA DI MANO

Un tempo era considerata la Saint Tropez orientale. Si tratta di una città in fermento e particolarmente occidentalizzata. Nonostante il periodo dei bombardamenti, conserva un fascino unico e l’ideale è percorrerla in bicicletta lungo i faraglioni sul mare, per poi addentrarsi nei quartieri di Gemmayze e Hamra per gustare le specialità locali e godere una serata unica nei locali più in voga del momento.

BYBLOS: L’OSPITALITA E LA STORIA

Byblos si trova a circa mezz’ora da Beirut ed è una località affacciata sul mare dal fascino unico. È caratterizzata da un piccolo centro abitato e da un porto di pescatori. Propone inoltre spiagge particolarmente accoglienti e locali sul mare dove è possibile cenare in terrazza. Un luogo dall’atmosfera retrò e ideale per un soggiorno tranquillo e rilassante.

DEIR AL QAMAR: I MONTI DEL LIBANO

Una località sperduta sulle colline dello Chouf, che permette di ammirare il migliore panorama dei monti del Libano. Deir Al Qamar è una località caratterizzata da una piazza centrale contornata da edifici storici che propone anche diversi piccoli locali, come il caffè Al Midane dal quale è possibile ammirare, nelle ore serali, un tramonto spettacolare sulle vallate.

BCHARRE: LA MITICA FORESTA DEI CEDRI DI DIO

Non per nulla il Libano è il paese dei Cedri. Presso la località di Bcharre, a circa due ore di distanza da Beirut, si trova la Foresta dei Cedri di Dio (o Cedri del Signore), un’area a cui è possibile accedere liberamente, caratterizzata da percorsi e sentieri e da un’atmosfera unica. Nella foresta sono presenti cedri di oltre 5000 anni. Si tratta degli ultimi resti di una grande foresta di Cedri del Libano che un tempo ricopriva l’intero Monte Libano. Il Re Salomone usò il legno per costruire il suo tempio

CONSIGLI DI VIAGGIO  E CUCINA LOCALE

Anche la gastronomia non è da meno ed è caratterizzata dal mezze, un pasto a base di circa 30 piccole portate che fa parte di un rito gastro folkoristico collettivo a base di verdure e farinacei in diverse versioni e disposti magistralmente su piatti da portata.

Tra i piatti più popolari ci sono invece i famosi panini libanesi, noti universalmente. Tra i più noti ci sono il chawarma, a base di pollo grigliato e verdure, e il manakish, con carne, formaggio cipolla e pomodoro.

Noi invece vi proponiamo la ricetta dell’Hummus di ceci, la nota salsa, da provare assolutamente.

100317-turista

Vuoi ricevere le migliori offerte?

Registrati per ricevere la nostra Newsletter