I 10 hotel abbandonati più spettacolari del mondo

13 July, 2015 - Redazione

destcada
Ti è piaciuto il nostro articolo?

Come l’apertura di un Grand Hotel porta con sé il desiderio di una vita piena e frenetica che sta iniziando, così, a volte succede che questa vita resti impigliata negli angoli della memoria o che, in alcuni casi, non si arrivi nemmeno a tagliare il nastro inaugurale.

 

Progetti fantasiosi o sproporzionati per la loro aria di grandezza che, alla fine vengono inesorabilmente abbandonati. La loro architettura resta congelata come uno strano fantasma condannato a non scomparire del tutto. Pura decadenza, preda dei cacciatori di rovine.

 

Questi sono gli hotel abbandonati più spettacolari al mondo:

 

HOTEL EL SALTO DEL TEQUENDAMA (SOACHA, COLOMBIA)
Un’icona feticista per gli amanti del turismo delle rovine. Il luogo non potrebbe essere più fantasmagorico: a 30 km da Bogotà, persa nella selva, una magione signorile si erge sulle rocce con un’interminabile cascata sullo sfondo. Questo hotel fu aperto negli anni ’20 del secolo scorso, per una clientela prettamente aristocratica ma fu chiuso qualche decennio più tardi.

 

El-Salto-del-Tequendama-

 

LEE PLAZA (DETROIT, STATI UNITI)
Chiaramente bisogna visitare la città nordamericana più decadente del momento. Detroit vive un’epoca di abbandono totale e i suoi magnifici edifici degli anni fiorenti sono in pasto ai tarli come in un paesaggio alla The Walking Dead. Tra i suoi migliori hotel (alcuni sono già scomparsi) regna lo splendore perduto di questo imponente edificio art déco disegnato da Charles Noble. Un gioiello chiuso nel 1997.

 

Lee-Plaza-

 

HOTEL POLISSYA (PRIPYAT, UCRAINA)
Gli effetti del disastro di Chernobyl persistono in questa città fantasma, abbandonata e intatta (a parte la ruggine) dal giorno dell’incidente. Con i suoi 8 piani, questo hotel fantasma divide, attorniato dalla boscaglia, il desolante panorama della zona.

 

Hotel-Polissya-

 

HOTEL RYUGYONG (PYONGYANG, KOREA DEL NORD)
Uno dei grandi brindisi al sole dell’architettura coreana conformata alla megalomania della dittatura. L’hotel nacque come grezza struttura piramidale per essere il più alto del mondo, su ordine diretto dell’ego pazzoide del leader Kim II Sung. Da quando l’opera è stata avviata, nel 1987, nessuno ha voluto (o potuto) averne veramente il controllo.

 

Hotel-Ryugyong-

 

HOTEL MONTE PALACE (ILHA DE SAO MIGUEL, PORTOGALLO)
Aperto al pubblico nel 1987 come magnifico 5 stelle, la bancarotta lo obbligò a chiudere i battenti poco dopo e da allora è diventato involontaria attrazione turistica in questa bellissima isola delle Azzorre. Le sue terrazze e il suo patio sono ormai prese d’assalto da un’esuberante vegetazione.

 

Hotel-Monte-Palace-

 

SHERATON RAROTONGA (RAROTONGA, ISOLE COOK)
Un tipico esempio di progetto condannato alla rovina, in questo caso per la dubbiosa provenienza dei fondi destinati alla costruzione di questo grande complesso turistico sulla spiaggia, localmente conosciuto come ‘l’hotel del crepacuore’. Una penuria turistica che si vede anche da Google Maps.

 

Sheraton-Rarotonga-

 

DUCOR PALACE HOTEL (MONROVIA, LIBERIA)
Uno degli hotel più lussuosi dell’Africa, un 5 stelle costruito nel 1959 che non poté fare altro che chiudere i battenti sotto la pressione di un paese che, alla fine degli anni ’80, fu stremato da un’insopportabile guerra civile e un processo di instabilità politica senza fine. Il gruppo internazionale che lo gestiva decise di chiuderlo nonostante l’interesse di Gheddafi ne volerlo riportare al suo splendore iniziale. Divenne inesorabilmente il simbolo di una società lacerata. Oggi i bambini giocano nella sua piscina vuota e fatiscente.

 

Ducor-Palace-Hotel-

 

DIPLOMAT HOTEL (BAGUIO, FILIPPINE)
Altra storia tragica. L’edificio, un tempo casa rifugio dei seminaristi dell’ordine di San Domenico, subì un attacco per mano dell’esercito giapponese che massacrò gli li ospiti durante la Seconda Guerra Mondiale. L’edificio inoltre fu successivamente bombardato. Ricostruito e convertito in hotel successivamente, non prese mai piede fino alla chiusura definitiva negli anni ’80. Chi ha il coraggio di varcare la soglia ha la sensazione di sentire le grida di quelle vittime trucidate ingiustamente.

 

Diplomat-Hotel

 

HOTEL IGLOO (ALASKA, STATI UNITI)
Questo paese non smette di sorprenderci…già di per sé l’edificio è pura architettura freak. No, non è un bunker della guerra fredda o qualcosa di simile bensì un hotel, costruito negli anni ’60. All’epoca, però, risultò non avere i requisiti minimi necessari e non fu mai aperto. L’area antistante fu convertita in una stazione di servizio con tanto di negozio di souvenirs. Oggi resta un’attrazione per turisti curiosi ai bordi dell’autostrada.

 

Hotel-Igloo

 

HUNDESECK HOTEL (BUHLERTAL, GERMANIA)
Il cuore della Selva Nera è propizio per evocare racconti infantili di fate ed elfi ma può ispirare anche inquietanti racconti gotici. Un resort invernale, un bivacco per minatori e un ostello della gioventù sono le vite precedenti di questo edificio, chiuso da oltre un decennio. Ormai fatiscente, è una sfida per gli escursionisti più audaci.

 

Hundseck-Hotel-

Iscriviti a Turista Curioso!

Vuoi ricevere le migliori offerte?

Registrati per ricevere la nostra Newsletter

Vuoi ricevere la nostra Newsletter?