Insoddisfazione lavorativa? Prendi un aereo alla ricerca del tuo nuovo lavoro!

13 November, 2017 - Redazione

INSODDISFAZIONE LAVORATIVA
Ti è piaciuto il nostro articolo?
Insoddisfazione lavorativa? Prendi un aereo alla ricerca del tuo nuovo lavoro!

L’insoddisfazione lavorativa è un fenomeno che sfortunatamente colpisce un individuo su tre. Ma non è tutto perduto: una soluzione c’è ed è quella di prendere un aereo e dare una svolta alla propria vita. Vediamo come sia possibile.

Insoddisfazione lavorativa: perché?

Recenti studi hanno dimostrato come con il passare degli anni il lavoro che si è sempre svolto con impegno e anche con passione comincia a non bastare più. Si è notato che gli uomini e le donne che oltrepassano una soglia ben precisa di età, che equivale a circa 35 anni, cominciano a odiare il proprio lavoro, soprattutto se è sempre lo stesso sin dall’inizio.

Le persone maggiormente colpite da questa insoddisfazione lavorativa sono quelle che lavorano negli uffici e svolgono mansioni sedentarie. Nonostante si intraprenda una carriera con ottimismo, nella maggior parte dei casi si finisce per provare un senso di frustrazione e sconforto alla sola idea di dover andare a lavoro.

insoddisfazione lavorativa

Prendere un aereo e cercare un nuovo lavoro

Può sembrare un vero e proprio colpo di testa, ma la soluzione ideale per smettere di provare questo senso di insoddisfazione lavorativa è mollare tutto e partire. Perché adeguarsi a una situazione che ci rende infelici?

E se la pensione è ancora lontana si rischia di vivere la vita in modo passivo e frustrante, cominciando anche ad aver problemi di ansia, stress e forse anche di salute per via della rabbia e della tristezza che si cova dentro.

Bisogna a questo punto dare una svolta e fare un cambiamento radicale nella vita lavorativa. Sfruttare le conoscenze di base e l’esperienza finora acquisita può essere utile per cercare un lavoro simile ma in un altro luogo, diverso e pieno di sorprese, per movimentare un po’ la monotonia di tutti i giorni. Scegliere invece un campo completamente differente è ancora meglio: novità, cambiamento e voglia di fare contribuiranno a farci trovare un lavoro che faccia tornare il sorriso sulle labbra.

Cambiare lavoro: dove andare?

Ed ecco che si presenta il problema della scelta della destinazione. Si hanno due opzioni: andare in un luogo non molto lontano, dove si conosce la lingua e sarà più facile trovare un impiego, oppure farsi guidare dal cuore e partire alla volta di un posto che si è sempre desiderato visitare.

In quest’ultimo caso la razionalità può far balenare l’idea che si sta facendo un salto nel vuoto, ma non è detto che sia per forza così. Se il sogno è sempre stato di visitare la terra dei canguri si deve assolutamente volare in Australia e scoprire che l’iniziale avventura può trasformarsi in un viaggio proficuo, dove cominciare una nuova attività partendo da zero ma con il cuore colmo di gioia e una ritrovata soddisfazione lavorativa.

100317-turista

Vuoi ricevere le migliori offerte?

Registrati per ricevere la nostra Newsletter