Jonathan rassicura la mamma con un account instagram da un milione di followers: @momimfine

19 dicembre 2017 - Redazione

Ti è piaciuto il nostro articolo?

In molti desiderano mollare tutto alla volta di luoghi sconosciuti, a contatto con popoli diversi per ricercare il vero senso della vita.

Jonathan

Un giorno Jonathan Kubben Quiñonez, giovane belga laureato e con un buon lavoro, si ritrova a riflettere sulla propria vita e si rende conto di quanto sia insoddisfacente; il suo animo avventuroso, mai sopito, si risveglia e lo porta a lasciare il lavoro ed abbandonare la sua quotidianità, la sua famiglia e gli amici, per partire verso Cuba come prima tappa del suo viaggio. Il giorno del suo ventisettesimo compleanno, annuncia a tutti la svolta che ha deciso di dare alla sua esistenza. Decide così di partire, abbracciando però prima la madre di origini messicane e ascoltando le sue raccomandazioni. Ed è da qui che nasce un fenomeno social che ha conquistato migliaia di followers: il ragazzo ha creato un account Instagram dove avrebbe postato foto per dimostrare e tenere aggiornata la madre sul suo stato di salute, anche perché avvisare una madre con fusi orari diversi e a costi elevati si sarebbe rivelato arduo.

Jonathan

Visitando il profilo Instagram di Jonathan, si notano tantissime foto con paesaggi spettacolari che fanno da sfondo al giovane che reca in mano un cartello con su scritto “Mum I’m Fine”; scritta in alcuni casi posta su sacchi di semi di argan ad Agadir in Marocco, su parti del corpo o sullo sterrato come a Barcellona sotto la “Sagrada Familia”. Immagini che risolleverebbero l’animo anche della madre più ansiosa e che dimostrano che il mondo non è solo quello fuori dalla nostra porta, ma è immenso, accogliente e tutto da scoprire. Jonathan ha finito per dare un significato sociale ai suoi viaggi, vivendo un’esperienza a contatto con popoli lontani e diversissimi da lui: ha persino vissuto un giorno coi minatori boliviani, con immancabile foto a dimostrarlo. Jonathan passa dall’Italia, e si fa immortalare con il suo cartello a bordo di una vespa col Colosseo alle spalle oppure davanti ad una pizza sulla quale comunica alla madre che sta bene. Tocca il Laos, dove si ritrae a Luang Prabang vicino ad un bue con in groppa un bimbo in vesti locali che tiene il cartello, la Cambogia delle antiche rovine di Angkor Wat, il Vietnam dove vive una settimana con una famiglia hmong con la quale si fa ritrarre con il suo messaggio ed il Myanmar dove posa con i pescatori sul lago Inle Lake. Jonathan scopre l’Indonesia in lungo e in largo mandando foto poco rassicuranti alla mamma, apparentemente appeso ad una recinzione con sullo sfondo Nusa Penida, o con tanto di maschera tra i vapori sulfurei ai bordi del cratere del Vulcano kawah Ljen. Bellissime le foto di Jonathan sott’acqua, accanto alla statua di Poseidone in Colombia, presso le San Andreas Island, o accanto agli squali balena a largo di Cancun.

Jonathan

100317-turista

Vuoi ricevere le migliori offerte?

Registrati per ricevere la nostra Newsletter