Snake Island: l’isola brasiliana in cui vivono migliaia di serpenti

7 ottobre 2018 - Redazione

Ti è piaciuto il nostro articolo?
Snake Island: l’isola brasiliana in cui vivono migliaia di serpenti

La chiamano Snake Island, l’isola dei serpenti. Si trova a circa 145 chilometri dalla costa de Santos, nel sud del Brasile. Questa isoletta è famosa per la elevatissima concentrazione dei serpenti più velenosi del mondo. In questo hábitat vivono circa 2.000 esemplari del serpente testa di lancia dorato, della famiglia Bothrops insularis.

Si tratta di uno dei rettili più pericolosi al mondo. Normalmente i serpenti studiano la preda, la mordono e attendono che il veleno faccia effetto prima di inseguire la vittima in fin di vita. Il loro veleno, inoltre, può uccidere una persona in meno di un’ora. Il morso di un ferro di lancia dorato porta con una probabilità del 7% alla morte.

Snake Island è un’isola abbastanza piccola, con una superficie di appena 430.000 metri quadrati. Apparentemente è un paradiso tropicale sito di fronte alla costa brasiliana, non troppo distante dalla megalopoli São Paulo. Nota anche con il nome di Queimada Grande o Isola dei Cobra, è praticamente deserta per causa della presenza massiva di rettili letali.

Si dice che un pescatore sfortunato sbarcò sull’isola dei serpenti in cerca di banane e che fu scoperto giorni più tardi nella sua barca, morto in una pozza di sangue, con morsi di serpente sul suo corpo. Per anni, l’unico abitante di Snake Island è stato il guardiano del faro. Scomparve improvvisamente in circostanze misteriose.

Le poche persone che hanno visitato quest’isola dice che è possibile avvistare un serpente ogni 15 minuti. È come muoversi in un campo minato pieno di veleno. Una leggenda racconta che furono i pirati i responsabili di portare i serpenti su quest’isola, con il fine di proteggere un mitico tesoro nascosto.

In realtá secondo gli esperti, Snake Island è popolata dai serpenti da almeno 11.000 anni. All’epoca faceva parte del continente. La proliferazione di questi rettile spiegherebbe perché su quest’isola non ci sono predatori naturali.

Alcuni scienziati affermano che il veleno del serpente testa di lancia dorato può salvare la vita di molte persone. Ha infatti un uso farmaceutico riconosciuto ed è utilizzato per trattare malattie circolatoria e cardiopatie. Il veleno di questo rettile è talmente potente che i trafficanti di animali esotici riescono a guadagnare 30.000 dollari vendendo un unico esemplare sul mercato nero.

Attualmente il governo del Brasile autorizza l’accesso a Snake Island solo ai ricercatori, per evitare incidenti spiacevoli. L’armata brasileña visita quest’isola una volta all’anno per realizzare il mantenimento del faro.

100317-turista

Vuoi ricevere le migliori offerte?

Registrati per ricevere la nostra Newsletter