SUBACQUEI… SI NASCE! (PARTE UNDICESIMA)

17 May, 2016 - Redazione

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Ormai mancavano le condizioni per agire con la dovuta lucidità, data la continua ed affannosa respirazione e non c’era tempo per ripetere ancora una volta l’esercizio. Mentre tentavo nuovamente di districarmi dalle fruste, sentii la mano di Luciano sulla mia spalla; mi stava segnalando che l’esercizio era terminato e, con grande dispiacere, dovetti abbandonare l’attrezzatura sul fondo e riemergere a bordo vasca. Non avevo il coraggio di alzare lo sguardo verso l’istruttore…

Ero arrabbiato con me stesso per non essere stato in grado di trovare la giusta concentrazione nell’eseguire l’esercizio che, venni poi a sapere, era tra i più completi e difficili del corso. Quella sera tutte le coppie provarono, a turno, l’esercizio più di una volta ed i commenti di chi stava a bordo vasca, in attesa di cimentarsi nella prova, non erano certamente d’aiuto alla concentrazione. Il risultato finale, infatti, fu che nessuno riuscì a completare la prova, considerata davvero ostica.

IMG_0793_0736

Terminata la serata, tutto il gruppo decise di andare a bere una birra ma si trattava di una semplice scusa per poter commentare ed analizzare l’accaduto nei dettagli e ciò che venne fuori ci aiutò a comprendere che non eravamo tenuti a dimostrare niente a nessuno, dovevamo eseguire gli esercizi per noi stessi, per scoprire e conoscere i nostri limiti e per migliorare la tecnica appresa fino a quel giorno. Eravamo lì per conoscere ed imparare e non dovevamo preoccuparci di altro. Terminata la birra Luciano fece una riflessione ad alta voce, lasciando il gruppo senza parole: ‘Io mi ritiro…non me la sento più di continuare…venerdì prossimo lo comunicherò all’istruttore’. Il gruppo rispose unanime, con uno stupito ‘perché?’

A questo punto, desidero ringraziare tutti coloro che fino ad oggi, dopo undici puntate, hanno creduto in me ed hanno messo un Like o hanno postato un commento permettendomi di continuare a scrivere e ad esprimere le mie emozioni e le mie difficoltà di uomo e di istruttore.

google-glass-impermeabili-immersioni-subacquee

Come avrete certamente capito, non sono uno scrittore professionista, sono un neofita che ha avuto l’opportunità di scrivere qualcosa riguardo alla sua passione, il mare: un elemento che per molti rappresenta la paura, l’incognito, la forza sconosciuta o gli squali assassini (a volte meno pericolosi di tanti animali parlanti a due gambe) ma per altri simboleggia la voglia di scoprire e di conoscere. I cambiamenti e le evoluzioni fanno parte della nostra vita, non dobbiamo averne paura ma dobbiamo solamente imparare a conoscerli.

Grazie per il tempo che hai dedicato a questa lettura. Mi auguro di essere riuscito a trasmettervi le mie emozioni invogliandoti a continuare.

Alla prossima puntata.

Per sapere di più su questo meraviglioso mondo:
FB: https://www.facebook.com/scubasub360/

Sito: www.scuba360.it

Torna all’inizio!

Vuoi ricevere le migliori offerte?

Registrati per ricevere la nostra Newsletter

Vuoi ricevere la nostra Newsletter?