La storia della tradizionale fiera degli Oh Bej Oh Bej a Milano

7 December, 2017 - Redazione

fiera Obej
Ti è piaciuto il nostro articolo?
La storia della tradizionale fiera degli Oh Bej Oh Bej a Milano

La fiera degli Oh Bej Oh Bej è un evento milanese che dura tre giorni, a partire dal 7 dicembre, e apre ufficialmente le festività natalizie della capitale meneghina. Ecco la storia di questo mercatino.

fiera Obej

 

Il difficile compito di Giannetto Castiglione

La fiera degli Oh Bej Oh Bej ha origini lontane. Correva l’anno 1510 quando Giannetto Castiglione, in qualità di Gran Maestro dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, venne incaricato da Papa Pio IV di rinforzare la fede verso i citati Santi presso la provincia milanese. I cittadini di Milano erano profondamente devoti a Sant’Ambrogio e non avevano mai manifestato una forte simpatia nei confronti del Papa, quindi l’incarico di Castiglione si profilava abbastanza difficile. A complicare ancor di più l’avvento dell’emissario papale, ci si mise il calendario: infatti, Castiglione giunse a Milano proprio il 7 dicembre, ricorrenza dedicata al patrono Ambrogio e coincidente con la sua elezione a vescovo della città, avvenuta nell’anno 734.

 

Doni ai milanesi: la nascita della fiera degli Oh Bej Oh Bej

Per attirare l’attenzione e accattivarsi le simpatie dei meneghini, Giannetto Castiglione pensò bene di non arrivare a Milano a mani vuote. Fece preparare dei pacchi dono, contenenti per lo più dolciumi e giocattoli, e ordinò che venissero distribuiti ai bimbi milanesi durante il suo ingresso in città. Le regalie sortirono l’effetto sperato e Castiglione, con tutto il suo seguito, giunse alla Basilica di Sant’Ambrogio tra ali di folla festante e grata. Con quest’idea, l’inviato papale si conquistò la stima e la fiducia dei cittadini ambrosiani, e sancì la nascita di quella che sarebbe diventata una delle più antiche ricorrenze milanesi: la fiera degli Oh Bej! Oh Bej! Il nome dell’evento deriva dall’esclamazione ”Oh Belli! Oh Belli!” con la quale i bimbi accoglievano la consegna degli inattesi pacchi natalizi.

fiera Obej

Da Giannetto Castiglione ai giorni nostri

Da quel 7 dicembre 1510, la fiera degli Oh Bej! Oh Bej! è diventata un appuntamento immancabile per la città di Milano anche se, com’è comprensibile, la forma iniziale del mercatino si è decisamente evoluta. Le prime edizioni dell’evento erano costituite da poche bancarelle che vendevano vestiti nuovi e usati, giocattoli e prodotti gastronomici tipici, come castagnaccio, mostarde e castagne affumicate inzuppate nel vino bianco. La fiera di oggi conta un’ampia esposizione di oggettistica di vario genere, da quella tipica dell’artigianato locale a quella etnica, nonché prodotti gastronomici di molte regioni, libri, fiori e molto altro. Inizialmente, il mercatino si svolgeva nella Piazza dei Mercanti ma, nel 1866, venne trasferito nelle vicinanze della Basilica di Sant’Ambrogio e vi rimase fino al 2006, quando si pensò di spostarlo nell’area più ampia del Castello Sforzesco che, peraltro, è tra le 10 cose da vedere a Milano.

fiera degli Oh Bej Oh Bej

100317-turista

Vuoi ricevere le migliori offerte?

Registrati per ricevere la nostra Newsletter