In UE arriva lo stop alle bibite gassate: chi le consuma di più al mondo?

21 October, 2017 - Redazione

Ti è piaciuto il nostro articolo?
In UE arriva lo stop alle bibite gassate: chi le consuma di più al mondo?

Stop alle bibite gassate: l’UE ha recentemente vietato la distribuzione nelle scuole delle bevande gassate e zuccherate, additate da anni come la principale causa di obesità infantile, oltre che di altre patologie.

Ecco chi beve la maggior quantità di soft drink nel mondo.

stop alle bibite gassate

I Paesi da maglia nera

Stati Uniti, Messico e Germania registrano le maggiori percentuali di consumo di bevande gassate al mondo, con un consumo pro-capite annuo pari a, rispettivamente: 179, 169 e 89 litri.

I risultati di questo si vedono dall’analisi della percentuale di persone obese rispetto alla popolazione complessiva dei tre Paesi. Secondo i dati riportati nel CIA World FactBook , USA e Messico contano un tasso di obesità pari al 33%, mentre quello della Germania è del 25%.

I Paesi mediamente virtuosi

I brasiliani bevono circa 34 litri all’anno di bibite gassate: il tasso di obesità del Paese è pari al 19%. La Cina fino a qualche anno fa era tra i maggiori consumatori di bibite gassate e zuccherate, ma gli ultimi dati raccolti da Euromonitor International evidenziano un drastico calo.

Ora il Paese registra un consumo pro-capite di soft drink pari a 22,5 litri all’anno, nettamente inferiore a quello delle bibite lisce (in prevalenza the freddo), pari a 38,7 litri annui.

In Giappone il consumo annuo di bevande gassate è pari a 20 lt pro-capite e solo 1 abitante su 5 è in sovrappeso, complice anche la salubrità della cucina nipponica.

stop alle bibite gassate

I consumi nei Paesi europei

A parte la Germania e il Regno Unito, dove si consumano elevate percentuali di bevande gassate zuccherate, i Paesi della UE sono tra quelli meno affezionati alle bollicine (con esclusione di quelle alcooliche).

Francia, Italia e Spagna riescono a contenere il consumo di bevande gassate attorno ai 18 litri annui pro-capite, mentre i Paesi dell’Europa dell’Est registrano dei consumi altalenanti, tra i quali spiccano i 22 litri a testa all’anno di soft drink nella sola Repubblica Ceca.

I più bravi sono gli austriaci, che consumano sempre meno bibite gassate ma si rifanno sulla birra, soprattutto durante l’Oktoberfest.

Stop alle bibite gassate: quali sono quelle che piacciono di più

La Coca-Cola, con tutte le varianti Coke, rimane il leader mondiale per la vendita di bibite gassate. Seguono la Pepsico, l’Orangina Group e i due marchi britannici Britvic e Princes.

Nell’Europa dell’Est prevalgono le due multinazionali Kofola Group ed European Drinks. Tra le bevande energetiche (che oltre a essere carbonate sono anche le più caloriche) imperversa la Red Bull, il cui volume di vendite registra, nel solo ultimo quinquennio, un incremento pari al 15% annuo.

stop alle bibite gassate

100317-turista

Vuoi ricevere le migliori offerte?

Registrati per ricevere la nostra Newsletter